Cessa lo sviluppo di Artifact 2.0, il titolo è diventato un free to play

Scritto da Andrea Bisighini, il 05 marzo 2021 Alle 19:37
Immagine
Valve ha annunciato mediante il canale delle notizie di Steam il cessato sviluppo del reboot di Artifact, Artifact 2.0, bloccando di fatto ogni futuro aggiornamento allo sfortunato gioco di carte collezionabili digitali basato su Dota 2. Nonostante il grande successo iniziale al lancio (novembre 2018) dovuto alla interessante integrazione di un sistema di pacchetti di carte a pagamento con il trading incluso nella piattaforma Steam, il numero di giocatori è crollato quasi subito a causa di diversi fattori non graditi ai fan.

Il gioco era immediatamente caduto nel dimenticatoio, lasciato per quasi un anno senza alcun aggiornamento. Valve aveva però annunciato un anno e mezzo fa ad una nuova versione del gioco, un totale reboot intitolato "Artifact 2.0" che avrebbe dovuto cambiare tutte le meccaniche non gradite ai giocatori per ottenere un prodotto in grado di competere con gli attuali leader del settore: Magic ed Heartstone. Purtroppo il numero di giocatori attivi sia del gioco base che della beta della 2.0 non hanno mai consentito a Valve di giustificare una ripresa dello sviluppo.

Valve ha quindi deciso di rendere entrambe le versioni del gioco free-to-play, ribattezzate come Artifact Classic (la versione "stabile" del gioco) e Artifact Foundry. Quest'ultima è l'ultima versione sviluppata di Artifact 2.0. Presenta tutte le meccaniche di gameplay, ma la maggior parte degli elementi grafici ed immagini sono costituite da placeholder, ovvero immagini o addirittura schizzi in bassa qualità in attesa di un lavoro grafico definitivo.

Le ultime modifiche al gioco introducono l'accesso a tutte le carte del gioco a tutti i giocatori in maniera gratuita, mentre le vecchie carte ottenute tramite microtransizioni sono state convertite in "Collector's Edition", che resteranno vendibili tramite la piattaforma Steam. Coloro che avevano una copia acquistata del gioco potranno ancora guadagnare degli speciali pacchetti che permettono di ottenere nuove carte in versione Collector's Edition.

La versione Foundry invece ha una piccola modifica sostanziale, oltre al gameplay rielaborato: Le carte verranno sbloccate in maniera progressiva, ma senza alcun modo di acquisirne di nuovi tramite pacchetti acquistabili o tramite commercio su Steam. Entrambe le versioni del gioco sono disponibili nella pagina del negozio.
Avatar utente

Andrea Bisighini

Anche noto come Barrnet

Sono un appassionato di videogame, di programmazione web e di amministrazione di sistemi. Sono anche l'amministratore di questo sito e l'utente più scarso della comunità su Dota 2, nonché Paladin-fag su Final Fantasy XIV.

Visualizza il profilo
Commenti
Offerte Humble Bundle