Nuove informazioni per Devil May Cry 5
Scritto da Andrea Bisighini, pubblicato il 12 giugno 2018 Alle 0:04
Immagine

Capcom ha rilasciato diverse informazioni su Devil May Cry 5, annunciato ieri all'E3 2018, tramite il proprio account giapponese di Twitter, le cui informazioni sono state prontamente tradotte da Gematsu.com.

Il titolo sarà ambientato nella città di Red Grave City, dove è apparso un albero gigante con delle radici in grado di succhiare il sangue e che ha cominciato ad attaccare le persone. Nero, uno sterminatore di demoni vagante, si affretta a raggiungere la città con un furgone con la scritta "Devil May Cry", accompagnato da Nico, una "artista armaiola" che lo rifornisce d'equipaggiamento, incluso il nuovo braccio robotico utilizzato da Nero, chiamato "Devil Breaker". Il protagonista era un membro del Sacro Ordine della Spada, nonché protagonista di Devil May Cry 4. Ad un certo punto degli eventi passati, Nero ha perso la sua mano demoniaca, il Devil Trigger, che ha dovuto rimpiazzare con la protesi robotica, Nero è quindi alla ricerca dei suoi poteri perduti ed alla ricerca di un modo di recuperare il suo orgoglio perduto.



Il gameplay è presentato come il più frenetico della serie fino ad ora, a livello tecnico utilizza il Re Engine che permetterà un gameplay a 60 FPS con un comparto grafico davvero fantastico. Il nuovo braccio robotico è stato un pretesto per includere nel gameplay un nuovo sistema di prese, che permetterà di combinarle con attacchi con la spada dopo il lancio, creando nuovi stili di combattimento.

Devil May Cry 5 uscirà per PC, PlayStation 4 e Xbox One durante la primavera 2019.

Informazioni sull'autore: Andrea Bisighini

Avatar utente
Anche noto come Barrnet

Sono un appassionato di videogame, di programmazione web e di amministrazione di sistemi. Sono anche l'amministratore di questo sito e l'utente più scarso della comunità su Dota 2, nonché Paladin-fag su Final Fantasy XIV.

Visualizza il profilo
Risposta Rapida

Devi essere registrato per inviare un commento!

Registrati